"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

16 giugno 2011

bianco rosicone

 
Oggi è il giorno.Voi Romani e affini ve ne potete andare al pic nic bianco notte Calycantho a Villa Pamphili. Io no. E allora rosico.
In questi ultimi (molti) giorni ho rosicato sempre.
Vabbè, a Natale son stata via parecchio, ma ormai è giugno. Consideravo il peccato ormai espiato completamente, ma pare di no.
Mi avvicino almeno in spirito e colore: due scatti, una vecchia ricetta, mille abbracci.
Vi penseremo, divertitevi molto.
E aspettiamo i racconti ragazze belle. E fotografo.



Gazpacho bianco 


mother's choice per voi


 (PoveraPazza)

4 commenti:

Lydia ha detto...

Vabbè io vado a prepararmi,bella rosicona.
Un bacione, ti penseremo

Hysteria Lane ha detto...

voglio molte molte foto, sappilo. E collane che ci sorprendano (ma questo non lo devo mica ricordare)
baci baci

Babs ha detto...

ciao daniela! inserita al volo nella mia lista delle blogger bianche :) baci!

maricler ha detto...

figosissimo!