"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

17 ottobre 2011

gente da Biennale

Ottobre 2011 - poco interessante l'Arte, cerco belle facce.
Lei mi ha fatta ridere.






















2 commenti:

amedeobolinari ha detto...

brava, molte belle... originale l'idea di guardare e cercare altrove

Hysteria Lane ha detto...

era giocoforza cercare altrove. Altrimenti sarebbe stata, per parafrasare Camilleri, giornata persa e figlia femmina.