"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

22 dicembre 2010

apenatale




Tanti auguri di cuore a tutti, amici. E grazie.

6 commenti:

Anonimo ha detto...

grazie a te mon amour!

Il fra ha detto...

dani,
te li faccio anche io (non ho trovato una tua mail, possibile??)... la tavola è sempre il posto migliore.
Magari nell'anno che verrà ci vedremo, a meno di considerare reale la realtà virtuale.
Io sono alla terza cena di natale a scuola e inizio a desiderare un brodino di pollo con macinino da caffè per la mia di cena.
Mi passerà.
Buon anno
Il fra

amedeobolinari ha detto...

peccato che l'Italia è secca e lunga fosse stata corta e chiatta potevamo essere un po' più a portata di mano

PoveraPazza ha detto...

Grazie a tutti amici vicini e soprattutto lontani.
Amedeo-Sergio e Fra, il prossimo anno ci vedremo di sicuro. Pregusto già chiacchiere primaverili ragazzi belli.
Vado a preparare il borsettino indiano, intanto.
Ah: fra la mia mail ce l'hai (la usi per il meridiano!!)
baci baci

Cucina di Barbara ha detto...

Appena approdata al tuo blog: MERAVIGLIOSO.

ti seguo subito:)
Buon proseguimento di feste!
Barbara

PoveraPazza ha detto...

Grazie Barbara! Che carina che sei!