"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

14 giugno 2010

composta come un'insalata


La latitanza, miei cari, perdura. Le tre superstar(s) del blog sono variamente impegnate con i loro (prestigiosi) mestieri. La PoveraPazza si barcamena tra innumerevoli ore alla sua scrivania e varie attività che la tengono lontana dalla sua creatura virtuale. Venerdì, ad esempio, è andata ad un convegno su .. rullo di tamburi.. Web4Food. Ha conosciuto, in qualità di relatrici: Genny, Jasmine, Claudia e Sara.
E un fotografo e un markettingaro del web ecc.ecc. E' stato interessante, la PP si è accorta di quanto poco sarà seria nella sua programmazione editoriale: la disciplina non è mai stata il suo forte!
Dunque weekend lungo milanese, dove ha sì cucinato ma senza fotografare. Era tardi, alcuni piatti erano già stati più e più volte documentati sul web (gyoza) e.. niente.
Si posta dunque una ricetta che la PP ha mangiato senza cucinarla.
L'ha fatta, per una volta, Francesco per lei. Ed è buona, tanto da meritarsi gli onori delle cronache.
Francesco è un fedele suddito del sito della Cucina Italiana.
Apre il frigo, decide quali sono gli ingredienti da eliminare (tipicamente le verdure, così se le leva di torno), getta tutto nel motore di ricerca e cucina il risultato.
A volte son cose opinabili, ma l'insalatina composta è buona. Naturalmente la ricetta è stata piegata alle esigenze del frigo, quindi presentiamo la nostra versione.

Serviranno: 250 gr di patate, altrettante zucchine e 120 gr di carote, trito aromatico (rosmarino, salvia, prezzemolo, basilico), maionese leggera, curry, olio, aceto, sale e pepe.
Mondare le verdure, ridurre patate e zucchine in dadolata e le carote a bastoncini. Lessarle appena, separatamente, in acqua salata. Raffreddarle subito in acqua fredda.
Preparare il condimento: mescolare una cucchiaiata di maionese con abbondante trito aromatico, mezzo cucchiaino di curry, sale, pepe, un cucchiaio d'olio e uno d'aceto.
Raccogliere le verdure ormai fredde in una ciotola e condirle con la salsina preparata.
Buona anche da sola, può far da contorno a formaggi o carni grigliate.

Un sentito ringraziamento al cuoco,  per aver nutrito PoveraPazza ieri e pure oggi a pranzo!

.

3 commenti:

La cuoca Pasticciona ha detto...

Daniela questa mi piace un saccco e mi sa che ti copierò la ricettuza.. bacio

Hysteria Lane ha detto...

bene bene.. Noi erbivore sì che ci capiamo!!

amedeobolinari ha detto...

proverò di sicuro!