"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

21 settembre 2011

velocicena profumata


Non parlerò di Taste, come promesso e annunciato abbondantemente. Non ne parlerò anche se mi è piaciuto e mi sono, come sempre, divertita e non ne parlerò perchè dopo dieci minuti mi avevano già riempito il bicchiere (alle undici di mattina), e da lì in avanti non sono più stata in grado di articolare un pensiero compiuto. Di foto non se ne parla, infatti. Ma neppure una e neppure per sbaglio.
Uno dei miei assaggi è stato il gelato al Grana Padano, fico candito al Porto rosso e prosciutto San Daniele di Innocenti Evasioni. Buono carino e semplice, almeno nella mia versione casalinga, dove l'unica roba uguale era il San Daniele.
Non avendo gelatiera, ma avanzo di ricotta, ho condito la stessa (ben fredda, va detto) con abbondante buccia di limone e pochissimo sale Maldon.
Ho caramellato i fichi, tagliati in quattro senza dividerli del tutto, irrorandoli con miele di carrubo e cuocendoli, coperti, in pentola dal fondo spesso per un quarto d'ora, con qualche ago di rosmarino.
Il piatto assemblato è semplice in modo disarmante: prosciutto, quenelle di ricotta, fico tiepido e poca buccia di limone a guarnire. Servire con buon pane cotto nel forno a legna.
Profumato, inconsueto ma anche rassicurante e riconoscibile, lo si può servire come antipasto anche ai genitori, evitando che ricorrano alla trattoria sotto casa per trovare qualche cibo commestibile (vita vissuta, non crediate all'invenzione letteraria).

Dite che non è una ricetta? Vero, ma less is more. Almeno in questo periodo e almeno per me.
Accontentatevi, via!
(PoveraPazza)

6 commenti:

Pentapata ha detto...

cos'è il sale Maldon ?

Hysteria Lane ha detto...

un sale inglese in fiocchi. Va benissimo anche un sale normale oppure un fleur de sel.

Tamtam ha detto...

bella presentazione....io uso il sale di Maldon insieme a tanti altri, ho una passione per i sali dal mondo... un caro saluto

Giuliana ha detto...

Questa velocicena è davvero sfiziosa *O*!! Visto che hai utilizzato i fichi e la ricetta è 100% senza glutine, perchè non partecipi al contest gluten free organizzato da Stefania di Cardamomo&co? Ti lascio il link: http://saporiesaporifantasie.blogspot.com/2011/09/come-vincere-un-week-end-e-aiutare-un.html
Ciao ^_^

silvia.moglie ha detto...

e a cosa servono le vere ricette se non a essere accantonate in attesa di prova? questo è un piatto che si prepara in un batter di mani, ma bello e di sicuro buono. i tuoi genitori possono prendere mio marito in trattoria?

Gio ha detto...

piatto veloce sempre gradito da chi lavora fino a tardi ed è sempre di corsa :)
buon we