"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

26 luglio 2011

fiori di zucchina ripieni, campanosabaudi

Mi sogno le vacanze. In questo periodo dell'anno devo aver esaurito tutte le energie, anche la riserva segreta, quella per i momenti down. Sogno posti da vedere, organizzo viaggi per il prossimo anno, aspetto.
Aspetto le tre settimane in cui avrò l'illusione di essere libera e padrona del mio tempo.
Libertà a termine, curioso.
Nel frattempo cucino, inforno, salto, cuocio. Tanto non fa caldo.  Considerando che sono a dieta (non ferrea) devo trovare commensali che consumino la produzione. Non difficile e piacevole.
Nel fine settimana ho prodotto fiori di zucchina ripieni. Filippo mi ha regalato una cassettina di fiori appena colti, rovesciati in modo che fosse facile farcirli, come faceva la zia Mariuccia nelle mattine d'estate della mia infanzia. Ricordo il tavolo di cucina ricoperto delle corolle gialle che sarebbero diventate  bocconcini deliziosi. Finger food ante litteram.
In Piemonte i fiori di zucchina si farciscono con un ripieno di arrosto, bieta, pane ammollato nel latte, salumi tritati, aglio, prezzemolo e uovo. In proporzioni variabili a seconda di cosa è avanzato.
Io mi sono inventata un ripieno più leggero e meno connotato geograficamente che unisca il salume piemontese con la ricotta e provola di tradizione campana.

Per una ventina di fiori:

60 gr di mortadella in una sola fetta, tritata a coltello
80 gr di prosciutto cotto in una sola fetta, tritato a coltello
200 gr di ricotta
3 cucchiai di parmigiano
1 uovo
un bel ciuffo di prezzemolo tritato
100 gr di provola affumicata a dadini
3-4 fiori di zucchina tagliati a striscioline
 olio d'oliva
pepe nero

--

Preparare il ripieno mescolando tutti gli ingredienti, tranne l'olio d'oliva e provola.  Io non ho aggiunto sale perchè i salumi sono già saporiti e non mi è parso necessario. Tenere da parte.
Mondare i fiori di zucchina e staccare il pistillo con una pinzetta lunga (quella per spinare il pesce farà al caso vostro). Pulirli con un panno umido e un pennellino, senza lavarli.
Farcirli con il ripieno preparato, inserendo in ogni fiore un dadino di provola. Chiudere i petali e posare delicatamente su un piatto le polpettine fiorite man mano che saranno pronte.
Cuocerle in un filo d'olio caldo da entrambi i lati fino a che saranno colorite. Sgocciolare su carta da cucina e servire. Sono buone sia calde che tiepide, per uno spuntino, un pranzo all'aperto, un picnic.
Sono l'estate!
(PoveraPazza)

6 commenti:

Gio ha detto...

interessante connubio!
io in genere li faccio classici campani con la ricotta o provola e acciughe :P

Hysteria Lane ha detto...

Gio ti devo dire una cosa: non riesco a commentare da te. Anche ieri sera ci ho provato ma non me lo fa fare. Io scrivo e quel blogger cancella. Son cose brutte.

Milen@ ha detto...

Ho letto fiori di zucca e mi sono precipitata: non conoscevo il metodo piemontese, ma preferisco di gran lnga la tua versione :D

Milen@ ha detto...

Mi piace moltisismo la tecnica dell'allineamento a testa in giù come dei bravi soldatini in punizione!

lerocherhotel ha detto...

molto sfiziosi!

Giuliana ha detto...

Ma che belli che sono questi fiori di zucca ripeni *O*! Il tuo blog riserva sempre delle belle sorprese ^__^!