"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

17 marzo 2013

ho fatto la cosa giusta, col cavolfiore

 
Genesi di una visita a Fa' la cosa giusta : volevo comprare quel librino. Il librino si ritirava alla fiera e, incidentalmente, valeva pure come ingresso.

Il librino è quello lì sopra, si intitola Libera tavola, parla di cucina usando prodotti coltivati nele terre confiscate alla mafia. E' un libro da avere anche se non ci fosse scritto niente, dentro. Perchè in questo Paese stare dalla parte giusta non è scontato, e costa fatica, e costa soldi, energia, dignità. E merita di avere tutto il supporto possibile.

Invece è scritto, bene. E ci sono ricette, belle.

Ne ho provata una, modificandola per usare ciò che avevo in dispensa (nulla mi avrebbe fatta uscire in siffatta giornata nevosa) e poi ve la racconterò.

Ma devo dire due cosine anche su Fa' la cosa giusta, una fiera che è nata per mostrare la parte buona e bella di un Paese ed è diventata un mercato. Indefinito e caotico. E il buono e il giusto si sono persi. Se vado in un posto del genere pretendo che non ci sia commistione tra il commercio e la solidarietà: voglio comprare, nel caso, prodotti etici. Devono avere a che fare con le categorie svantaggiate, i migranti, i carcerati, i disabili. Quello che volete.
I bei vestiti o le belle borse li vedo volentieri altrove. Da bravi, less is more. Non è necessario riempire due padiglioni. Ne basta uno. Si guadagna meno ma si sta in pace con la propria coscienza.
Scusate il pistolotto, ma mi stava sul gozzo e dovevo sputarlo questo rospo.

E ora vi meritate la ricetta : pasta mista con cavolfiore e vongole.
Tutto a occhio, signore e signori.

Due pugnetti di pasta mista
Mezzo cavolfiore medio o uno piccolo
prezzemolo
Vongole (le mie surgelate, quelle avevo)
aglio
olio extravergine
peperoncino
pepe 
sale, con moderazione

Dividere il cavolfiore a cimette e scottarle in acqua bollente salata. Far aprire le vongole con aglio e peperoncino (o farle scongelare nello stesso modo). Non gettare il brodino.
Scolare i cavolfiori e stufarli in olio, aglio e peperoncino, aggiungendo un po' di acqua di cottura. Quando saranno teneri schiacciarli grossolanamente con una forchetta e unirli alle vongole. Nel frattempo cuocere la pasta molto al dente, anche nell'acqua di cottura del cavolfiore. Scolare e unire al sughetto di cavolfiore e vongole. Portare a cottura come fosse un risotto, aggiungendo acqua bollente. Mantecare con olio extravergine, guarnire con prezzemolo tritato e una macinata di pepe.

Le mie amiche sanno che a me questi piatti tuttoinuno piacciono molto. Questo è insolito. E buono.

Ah, ancora una parola sulla fiera: non c'era una, dico una, femmina presente che non avesse scarpe a pianta larga di origine tedesca o spagnola (me compresa, naturalmente), borsa colorata pure di origine spagnola (la sottoscritta pure) e pantalone a cavallo basso (questo io no, non ce la faccio).
Ecco, il mio proposito per i giorni a venire è: smetterla di essere un tipo umano così prevedibile. Se ci tornerò - e non è affatto scontato - mi presenterò con vuitton e tacco 12.
Voi, credeteci.
(PoveraPazza)

2 commenti:

genny ha detto...

Se fossi venuta oggi avresti trovato almeno una con scarpe da tennis e pantaloni neri, e felpa di pile ( e ragazzo in spalla) . Ti dicevo che oggi x me era la prima volta. Sulla prevedibiltà delle gemti nn discuto, tutti, anche quelli che voglion far gli alternativi alternandosi e guardando dall'alto in basso i consumisti, seguono il loro codice. O i loro gusti, e nn credo ci sia nulla di male in tutta inestà.
Sulla fiera, ti dicevo, l'ho trovata deludente. Ma cercando tra gli stand avrai visto che del buono e del bello c'era... Come sempre si nasconde, ma c'é:)

Hysteria Lane ha detto...

certo che c'era, ma lo dovevi cercare. Mi aspettavo il contrario.