"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

7 novembre 2011

London Calling (to the faraway town)

 Reduce da una breve fine di settimana londinese, ospite di una deliziosa famiglia di amici.
Metto in tasca sensazioni e immagini.














(PoveraPazza)

5 commenti:

Lydia ha detto...

Non ho capito bene se quel signore con gli occhi spiritati ti seguiva, era un tuo amico, o tu seguivi lui

Gio ha detto...

wonderful london!!!

Cristiana ha detto...

ma che belle foto daniela! alla prossima volta, c.

amedeobolinari ha detto...

belle immagini non ho mai visto Londra ... prima o poi bisogna che ci vado

il fra ha detto...

Amedeo,
vieni a trovarci, gli amici degli amici sono amici.
A presto
Il fra