"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

18 novembre 2010

ceci, questi preferiti. In umido.

Problema: se si lavora fino a tardi, si salta la pausa pranzo e viene buio presto, se si ha una casa "d'atmosfera" in cui le luci sono solo da terra e per giunta fioche, quando cavolo si possono fare delle foto decenti?
Risoluzione: mai.
Vorrà dire che i miei quattro lettori si dovranno immaginare piatti succulenti in stoviglie finissime, ambientazioni magnifiche e tutto quanto vorranno loro.
Qui, fino al disgelo, si parlerà solo di ricette. Punto e basta. Non ci sono mica alternative.
Ieri sera, per esempio. tornando in auto dall'ufficio stavo passando in rassegna ciò che il frigorifero offriva. L'inventario non prometteva niente di buono, però facendo una joint venture frigo-dispensa magari una cena di qualche gioia magari sarebbe saltata fuori.
Per replicare la mia ciotola, sorretta da forte mano maschile:
1 confezione di ceci lessati
3 carotine
mezzo cespo di radicchio rosso
1 cipolla dorata piccola
aneto fresco
il succo di un limone
1 cucchiaino di carvi (kummel)
quattro cucchiai di yougurt greco
1/2 cucchiaino di sumac
sale pepe olio d'oliva
--
Tritare la cipollina e ridurre la carota a dadini. Far soffriggere in un velo d'olio insieme al carvi.
Aggiungere il radicchio tritato grossolanamente ed i ceci sgocciolati e lasciare insaporire per qualche minuto. Bagnare con il succo di limone, aggiungere l'aneto tritato, aggiustare di sale e pepe e finire la cottura per un altro paio di minuti.
Mescolare lo yougrut con un filo d'olio, il sumac e un pizzico di sale.
Servire l'umido di legumi con due cucchiai della salsa allo yougurt.
Continuando a saltare il pranzo e mangiando queste meravigliose leggerezze a cena forse è la volta che divento una modella (lol).
PoveraPazza



Aggiungere i ceci e

9 commenti:

Jasmine ha detto...

Amiiica, come ti capisco, con questo tempo orribile è veramente impossibile fare foto. D'inverno non si sa proprio che pesci pigliare :(
Però dai, la ricetta sembra buonissima e se faccio uno sforzo di fantasia posso immaginarmela ancora più bella della foto :)
Un abbraccio
J.

Francesca ha detto...

Io ho il tuo stesso problema... in casa non ho luci fortissime se non in camera e in bagno... eh eh!!! Ti immagini???!!!
Questa ricetta è moooolto particolare, ci sono degli ingredienti che neanche conosco... che ignorantella che sono... ^_^
Baci,
Franci

amedeobolinari ha detto...

dove lo trovo mo sto sumac??
intanto mi pare di capire che il carvi è cumino... ma l'hai usato in polvere?

Reb ha detto...

Ah Amede', nun diciamo baggianate...il carvi non è cumino (che notoriamente aborro, mentre tra me e il carvi intercorre tutt'oggi una relazione di lunga data), soprattutto per una volta che la Dan non ce lo mette :)
ps: tra gli ingredienti, hai dimenticato la forte mano maschile (i nuovi comunisti non mangiano più i bambini, buongustai)

PoveraPazza ha detto...

Reb, grazie! Guarda che ho pensato proprio a voi due ieri sera e alla vostra avversione per il povero cumino che mi piace così tanto. No, Amedè, il kummel è una roba più crucca, quelli lo mettono anche sul pane. Sa un pò di finocchio e con l'aneto sta proprio bene.
Il sumac mi toccherà mandartelo, che nelle tue lande non si trova, mi dicono...
Francesca e Jas: mi viene in mente che potremo cominciare a fotografare con la frontale (io ne ho in abbondanza, visti i trascorsi montani)..

amedeobolinari ha detto...

bene sono contento che non si tratta di cumino... allora aggiungi al pacco pure il carvi e l'aneto.

intanto, anche se non centra niente in questa ricetta, in queste lande è diventato più facile reperire l'esotico sedano rapa.Fino a poco fa introvabile ora lo trovi anche in alcuni iper

Vero ha detto...

Io sventurata delle foto le faccio solo in cucina sul mobile bianco contro la parete bianca... tanto il we piove, se resto a casa cmq piove...
mi sono abituata alle foto indoor :)

Cmq sia hai una meravigliosa dispensa con un altresì fantastico frigo.

Detto ciò, concordo con Reb... felice che non vi sia il cumino :)

Baci
Vero

Gunther ha detto...

non ho mai mangiato dei ceci preparati cosi è un ottima preparazione con ingredienti non comuni

PoveraPazza ha detto...

Ciao Gunther papille vagabonde. Benvenuto e grazie. Se li provi fammi sapere!!