"Ma, quando niente sussiste d'un passato antico, dopo la morte degli esseri, dopo la distruzione delle cose, più tenui ma più vividi, più immateriali, più persistenti, più fedeli, l'odore e il sapore, lungo tempo ancora perdurano, come anime, a ricordare, ad attendere, a sperare, sopra la rovina di tutto il resto, portando sulla loro stilla quasi impalpabile, senza vacillare, l'immenso edificio del ricordo."
(M. Proust)

4 dicembre 2012

riapertura straordinaria della cucina: biscotti di avena


Sono a dieta, lo sanno anche i muri. Mi faccio pranzetti e cenette tristissimi e lowissimi in carb. Ieri broccolo romano, oggi cime di rapa, domani cavolo rosso. Morirò a 102 anni con tutte 'ste crucifere, ma sarò la vecchia più noiosa e incattivita della casa di riposo.

Causa dieta la cucina è confinata alla cottura delle crucifere di cui sopra e di poco altro (per esempio una crema di carote che domani assaggerò e - forse - vi insegnerò).
Ma oggi, ecco, oggi HO FATTO I BISCOTTI. Di avena, in fiocconi, e con scorza di arancia grattugiata. Ne ho assaggiato uno, minuscolo. Era buonissimo.
Ma dico, un povero cristiano dovrà avere una qualche consolazione dalla vita, no?
Soprattutto dopo aver ritirato gli F24 per l'IMU ?



Per una trentina di biscotti, grandi ma sottili.

100 g burro (80g possono essere sufficienti)
125 g fiocchi di avena grandi (i miei bio)
80 g di zucchero
1 cucchiaio di malto d'orzo
2 uova, sbattute
2 cucchiai colmi di farina 00 (io semintegrale e bio)
2 cucchiaini di lievito chimico
la buccia finemente grattugiata di un'arancia non trattata
una presa di sale

Preriscaldare il forno a 180°. Sciogliere il burro (io di solito lo passo brevemente al microonde). In una ciotola mescolare fiocchi d'avena e burro fuso. Aggiungere zucchero, malto e uova.
In un recipiente diverso mescolare farina e lievito setacciati, sale e buccia d'arancia.
Unire i due composti. Lasciar riposare qualche minuto, in modo che la massa si compatti un pochino.
Sulla placca ricoperta di carta da forno lasciar cadere piccole quantità di impasto, aiutandosi con due cucchiaini. Distanziare bene i mucchietti che tendono ad allargarsi molto in cottura.
Su una placca media si cuoceranno circa 10 biscotti.
Passare in forno per dieci minuti circa, fino a quando cominceranno a scurirsi lievemente ai bordi.
Lasciar raffreddare qualche minuto sulla placca (sono molto morbidi), successivamente trasferire su una gratella e raffreddare completamente.
Si mantengono nella solita scatola di latte fino a tre settimane.

I fiocchi di avena grandi, a causa della breve cottura, restano consistenti. Credo che sia questo, insieme all'aroma di arancia che spicca, a rendere questi biscotti così interessanti.
Ne proverò presto una versione Oats 'n treacle, con la melassa. Li ho assaggiati industriali e son spaziali.
Gli inglesi hanno una cucina raccapricciante ma alcune cose le sanno fare. Due, forse. I biscotti e il lemon curd.



Ho adattato la ricetta, riducendo DRASTICAMENTE le quantità di burro e zucchero da "Scandinavian Christmas" di Trine Hahnemann. Il Nord è la mia nuova mania, prossimamente ne sentirete ancora parlare, anche grazie a Lydia che mi porterà, domani, un nuovo giocattolo da Copenhagen

8 commenti:

Reb ha detto...

Che poi, se i maya c'han preso, cazzus lo si pagherà st'imu???
Vabbuò, prendo un biscottozzo di consolazione, famo 2 che è meglio

Elvira ha detto...

se ti dico che ho letto la lista degli ingredienti con desiderio represso, leggendo quei 100 g di burro? Che poi io non sono a dieta (anche se dovrebbi), ma ormai i dolci col burro sono rarissimi, e quel testone del marito trova sempre una scusa per rimandare le analisi. Magari c'ha il colesterolo a -20 ed io faccio ancora cucina dietetica :-D

Hysteria Lane ha detto...

Elvira, eh, lo so, ma un po' ci vuole - di burro. Sono impalpabili: ogni biscotto peserà 15 g al massimo, quanto burro vuoi che ci sia lì dentro? Oppure li fai e li tieni fuori dalla portata del povero V. Tanto per essere buoni, a Natale. E Reb, adesso vedo quanto costa ravvedersi e aspetto - metti che finisca il mondo.

Genny Gallo ha detto...

nooooo sei riuscita ada vere la padella con le semisfere!!io la voglio da una vita...verrò a usarla da te..non è che mi fai pagare metà imu però eh?:D grazie pee la ricetta con l'avena..non posso proporla in purezza, il marito ancora è terrorizzato dalla quinoa scondita che gli ho servito tempo fa:D

Hysteria Lane ha detto...

Provali Genny, non c'è solo avena. Secondo me gli piacciono. E sì, povera Lydia - le ho dato questo ingrato compito. Ma da ieri sono sua schiava. forse devo pure andare da lei a stirare, per dire.

Anonimo ha detto...

Entro 15 gg dalla scadenza costa pochissimo ravvedersi.... 1% di sanzione.... forse vale davvero la pena non pagare, però se non ci saremo più che ce ne facciamo dei soldi?
ciao mimma

Fico e Uva ha detto...

Saranno anche light ma a me questi biscotti piacciono un sacco!
Dai, allora uno di questi gg ci conosciamo :-)
ciao Ficoeuva

Anonimo ha detto...

"Ho smesso di fumare: vivrò 10 giorni di più e in quei 10 giorni pioverà".
Leggendo le tue previsioni su speranza di vita correlata al consumo di crocifere e umore conseguente mi è venuta in mente questa perla di Woody Allen!
Qua, per non sbagliare e per portarsi avanti in vista delle feste, si va di Sachertorte, scelta dalla minorenne di casa per il suo 8° compleanno e avanzata in discreta quantità.
Ma per tacitare la coscienza (?), tra poco per pranzo spaghetti di grano saraceno al radicchio.
Laura